2019: SINTESI DI UN ANNO STRAORDINARIO

2019: sintesi di un anno straordinario

Quello che volge al termine è un anno che per Maralba Focone è stato cadenzato da avvenimenti importanti e prestigiosi, che hanno indubbiamente arricchito il curriculum già sontuoso e importante della pittrice torinese.

di Pasquale Di Matteo

Maralba Focone ha esposto in contesti suggestivi in carriera, sia in Italia, sia all’estero, insegnando in ambito artistico per una vita; il suo 2019 è stato un percorso che l’ha vista muoversi lungo la Penisola, per eventi raffinati e suggestivi in cui ha potuto mostrare la sua Arte in contesti di pregio.

L’anno si è aperto con l’esposizione presso Carouselle du Louvre, Parigi, e con la Mostra Personale presso i raffinati spazi di Villa Amoretti, la prestigiosa sede delle Biblioteche Civiche di Torino.

Nella prima capitale del Regno d’Italia, la Focone ha ottenuto un grande successo di pubblico e ottimi apprezzamenti, mettendo in mostra le sue figurazioni, i borghi e le nature, che caratterizzano i temi predominanti della sua Arte, in cui prevale la ricerca della profondità, di quanto è nascosto nei meandri dell’anima, per sviscerare il motivo delle tribolazioni che affliggono tutti i protagonisti delle sue opere.

Il mondo della Focone è un luogo in cui quelle figurazioni vivono angosce e il senso di solitudine, piegati dal peso della vita; l’artista piemontese ne delinea i contorni tralasciando la perfezione del senso visivo, dando vita a un espressionismo figurativo di raffinata fattura, le cui suggestive cromie, la deformità delle mani e i temi, ricordano il periodo blu di Picasso.

La Mostra Personale di Maralba Focone ha visto la partecipazione della Dottoressa Cecilia Cognini, Responsabile dell’Area Servizi al Pubblico, Attività Culturali, Qualità e Sviluppo delle Biblioteche Civiche Torinesi, nonché quella del Critico d’Arte, Pasquale Di Matteo, che già in precedenza scriveva della Focone: “La pittura di Maralba Focone è senza orpelli, di una poetica ermetica, ma, al tempo stesso, capace di profonde riflessioni dell’animo umano”.

Il Vernissage della Mostra si è tenuto l’8 marzo, con la presentazione critica di Di Matteo.

Tra fine aprile e maggio, invece, Maralba Focone è stata una delle protagoniste dell’VIII Meeting Internazionale d’Arte in Penisola Sorrentina, evento organizzato da Letizia Caiazzo, in cui l’artista piemontese ha prodotto un’opera in estemporanea, insieme a un’altra decina di pittori giunti da varie parti del mondo.

A caratterizzare le serate sono state le conferenze tenute il 29 aprile dal Critico d’Arte, Carlo Roberto Sciascia, e il 30 dal Critico d’Arte, Pasquale Di Matteo.

Il 3 maggio, l’arte fatta di figurazioni, borghi e nature di Maralba Focone si è spostata a Roma, presso la suggestiva Sallustiana Art Today Gallery, di fronte all’ambasciata degli Stati Uniti d’America, in un evento curato da Anna Maria Brazzò.

Ancora una volta presentata dal Critico Pasquale Di Matteo, il vernissage della Mostra Personale della Focone è stato un successo di pubblico, che ha riempito gli spazi della galleria, con partecipazioni della movida della Capitale, con personaggi di primo piano come il Principe Guglielmo Giovannelli Marconi, nipote del noto inventore del telegrafo e figura di spicco dell’alta società romana.

Il punto più elevato di questo straordinario 2019, curato ancora da Anna Maria Brazzò, ha avuto luogo il 12 giugno, quando Maralba Focone ha esposto in Mostra Personale presso la prestigiosa Sala Protomoteca del Campidoglio, una delle sale istituzionali più importanti e ambite d’Italia, durante lo scambio interculturale tra Iraq e Italia, LE PORTE D’ORIENTE.

Anche in questa sede è stato il Critico d’Arte, Pasquale Di Matteo, a presentare l’artista alla Protomoteca gremita di personalità politiche, italiane e di altre diverse ambasciate estere, di attori di Cinecittà, di imprenditori, aristocratici e professionisti.

Con lo sfondo dei Fori Imperiali, le tribolazioni raccontate dalla sua pittura hanno suscitato enorme interesse, tanto che ancora oggi se ne parla e la pittrice è stata accolta con un caloroso applauso il 29 ottobre scorso, quando, proprio ospite alla Protomoteca, il Critico d’Arte Pasquale Di Matteo l’ha salutata dal palco, durante l’evento lo scambio interculturale tra Sri Lanka e Italia.

Dopo il periodo estivo, Maralba Focone ha avviato il suo progetto Marabù, con il quale intende promuovere artisti emergenti e ragazzi delle scuole d’arte di Torino, introducendoli nel complicato mondo dell’Arte Contemporanea.

In dicembre, infine, la Focone ha adornato gli spazi dello Studio della Professoressa Raffaella Muroni, docente dell’Università Cattolica di Milano, con un’inaugurazione avvenuta il giorno 5, occasione per un vernissage in cui il Critico d’Arte Pasquale Di Matteo ha potuto sviscerare temi e profondità del messaggio dell’arte della pittrice torinese.

Il giorno 14, invece, la Focone ha potuto esporre alcune opere presso gli spazi del Palazzo dell’Emiciclo, a L’Aquila, sede del Consiglio della Regione Abruzzo, nell’evento Resilience.

Indubbiamente, il 2019 è stato un grandissimo anno per Maralba Focone, artista destinata a essere ricordata nei libri di Storia dell’Arte italiana, ma il 2020 si preannuncia ancora più esaltante, in un percorso istituzionale che vedrà la pittrice di Torino ancora protagonista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...