LA RESILIENCE DI MARALBA FOCONE

La Resilience di Maralba Focone

Sabato 14 dicembre, si è tenuta la prima di una serie di mostre itineranti, che toccheranno alcune città europee, dal titolo Resilience.

di Pasquale Di Matteo

Sabato 14 dicembre, presso il Palazzo dell’Emiciclo, sede del Consiglio Regionale, a L’Aquila, si è tenuta la prima mostra dal titolo Resilience, occasione per focalizzare l’attenzione sulla capacità dell’uomo di adattarsi a forti mutamenti, riorganizzando la propria vita nonostante tribolazioni anche gravi.

Una serie di eventi patrocinati dall’Unione Europea e partita proprio da L’Aquila, dieci anni fa, teatro di uno sconvolgente terremoto che ha segnato la vita di gran parte dei suoi abitanti.

In questa suggestiva, quanto importantissima tappa, l’artista invitata a esporre negli spazi del Palazzo dell’Emiciclo è stata Maralba Focone, che ha presentato una serie di sue figurazioni, qualche borgo e alcune nature morte, nate dai suoi colpi di spatole e di pennello piatto.

Indubbiamente, la pittura della Focone ben si sposa con quello che era il tema della mostra, vista l’attenzione che l’artista torinese focalizza proprio sulle persone in difficoltà, che vivono forti tormenti esistenziali.

La peculiarità di Maralba Focone, infatti, è proprio quella di definire i contorni dell’anima delle sue figurazioni, per scavare in profondità, senza soffermarsi sulla superficialità dell’immagine, e, per raggiungere il suo scopo, l’artista sviscera i tormenti di chi le sta di fronte, declinando sulle tele preoccupazioni, angoscia e disperazione di chi è abbattuto dalle tribolazioni del vivere, in una magia di colori in cui trionfano l’impotenza e il senso di solitudine.

L’evento ha visto la partecipazione dei più importanti politici locali e di un nutrito numero di persone, tra cui molti sfollati in seguito al terremoto, persone che hanno perso tutto e che hanno potuto raccontare a Maralba Focone il dramma vissuto.

Al di là del successo della mostra pittorica in sé, Resilience è stata occasione, per Maralba Focone, di introiettare punti di vista di chi l’angoscia e le tribolazioni le ha patite sulla propria pelle e per un evento catastrofico e improvviso qual è stato il devastante terremoto del 2009.

Momenti importanti per una pittrice attenta ai bisogni dei più deboli e caratterizzata da un’empatia più unica che rara.

Ora, dopo qualche giorno di vacanza, superate le festività natalizie, Maralba Focone riprenderà le redini del suo progetto Marabù, di aiuto ai pittori non ancora affermati, in attesa di cimentarsi in altri eventi istituzionali per quanto concerne la propria produzione artistica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...